venerdì 27 dicembre 2013

Accettarsi

Proprio qualche giorno fa stavo pensando a Jennifer Lawrence.
E' una delle mie attrici preferite, recita divinamente e mi da l'idea di essere una gran bella persona.
Inoltre, apprezzo i suoi principi: tutta quella gente che la considera grassa (che poi volete dirmi dove è grassa? A me non sembra affatto) e nonostante ciò lei si rifiuta di mettersi a dieta per interpretare una qualsiasi parte in un film. Credo che un po' tutte dovremmo provare ad accettarci come si accetta lei.
     Dappertutto la gente tenta di rendersi più affine ai canoni di bellezza imposti da questa società: se non sei magrissima non sei bella, se non porti almeno una seconda di reggiseno neanche, se i tuoi capelli non sono perfetti sei già da buttare via, se hai dei brufoli neanche a parlarne... e in seguito a ciò la gente corre a farsi il lifting, a rifarsi tutto il rifacibile, ad affamarsi per apparire "desiderabile"... le persone si sentono insicure di sé stesse e disgustate dal proprio aspetto, tentano di modificarsi come fossero un pezzo difettoso... questo è puro terrorismo psicologico! La gente arriva a detestarsi perché non è la fotocopia della ragazza immagine!
    Ho letto, una volta, che noi donne allo specchio vediamo solo i difetti. 
Ed è vero.
Ma chi stabilisce quali sono i "difetti"?
E chi di noi almeno una volta non ha rifiutato un dolce a tavola per paura dei chili di troppo?
Io stessa detesto il mio corpo, sono più bianca di una bacca di vischio, posso contare le costole ma nonostante ciò ogni volta che mi guardo allo specchio mi vedo enorme, vedo un fianco più piatto dell'altro e sospiro sconsolata, pensando che non sarò mai "bella".
     Ogni tanto mi immagino una società in cui qualsiasi persona può essere considerata bella nel vero senso della parola: magri, di corporatura media o sovrappeso, i denti dritti o storti, il colorito color caffé, latte o cioccolato... quanto sarebbe bello!
Io, personalmente, vedo la bellezza in ogni persona, senza bisogno di ritocchi, eccezion fatta per me stessa (ma in ogni caso non tenterò mai di modificarmi per tali canoni di bellezza).
Perché, dobbiamo capirlo, così come siamo, al naturale, non siamo solo belli, ma siamo perfetti!
Così come la natura ci ha voluti, e non imbottiti di botulino.


16 commenti:

  1. Risposte
    1. Sono contenta di non essere l'unica a pensarla così :D
      Un bacio :3

      Elimina
  2. ottima riflessione ,)
    p.s. si fa un po fatica a leggere, magari scurisci un po' il colore della scrittura ,)
    nuovo post
    http://emmapru16.blogspot.it/2013/12/regali-di-natale.html

    RispondiElimina
  3. Ciao,sono una delle admin del blog furstenhoflovestories ti ringrazio perché lo segui,anche io sono d'accordo con te =) ho creato un sito anche io però questa volta da sola se ti va di visitarlo si chiama lestoriediaria grazie,bello il sito ma ti consiglierei di fare la scrittura più scura =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, passerò di sicuro! :D
      Grazie per il consiglio, lo farò quanto prima :3

      Elimina
  4. Credo di non essere donna allora... Se l'orgoglio si potesse dare in beneficienza io starei meglio e anche molte altre donne. Io vedo sempre e solo i miei pregi, e i difetti li trasformo in caratteristiche di cui andare fiera.
    Almeno fisicamente il mio super-orgoglio è un bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te, io vorrei tanto avere un po' di sicurezza :'P

      Elimina
  5. Nella prima pagina di " Uno ,nessuno e centomila" ( Romanzo di Luigi Pirandello) il protagonista, che inizierà il suo lento declino verso la pazzia a partire da un difetto al naso, dice : "m'era stato facile ammettere e sostenere quel che di solito ammettono e sostengono coloro che non hanno avuto la sciagura di sortire un corpo deforme : che cioè sia da sciocchi invanire per le proprie fattezze."

    Fortunatamente la bellezza fisica è questione di gusti, e ciò che a te può sembrare soggettivamente bruttino per un'altro può essere meraviglioso, quando di persone oggettivamente "belle al naturale" si parla. Ovvero che non hanno nulla di anomalo nel loro corpo.
    Il problema sussiste quando le deformità fisiche sono gravi e pressanti. Quelle persone si che hanno il diritto di sentirsi belle nei loro difetti, noi no, perché non abbiamo dei veri difetti che ci ostacolano il cammino.
    E' solo una questione psicologica e , come dici benissimo tu, un'ossessione per il modello standardizzato di bellezza .
    Io direi che dovremmo, noi tutti, imparare ad apprezzare di più la nostra conformazione fisica, perché al di fuori di un naso troppo grande, dei kg di troppo o dei denti troppo storti, siamo delle persone sane fisicamente ma anche essendo mancanti di un'occhio, pelle in viso, veri e propri mutanti, ho il cuore di affermare che la vera gioia matura dall'anima.
    E internet, tra tutti i mali che ha portato nel mondo, ci ha fatto dono di quest'opportunità : nasconderci dietro un'avatar fittizio, delle parole su un blog, e ci ha resi tutti uguali e nudi.
    Quando ci si conosce su internet, non ci si avvicini ad una persona perché ha un bel viso, ci si avvicina e affezione solo a partire dal carattere.
    Per questo non si dovrebbe mai fingere di essere qualcun altro su internet, è uno spreco di possibilità, perché si sa : il corpo spesso non è quello che c'è dentro.

    Un caloroso saluto, Ilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, benvenuta sul mio blog e scusa se ti rispondo solo ora. :P
      Allora, che dire? Sono totalmente d'accordo su tutto ciò che hai detto. :)
      Anche secondo me tutti noi dovremmo imparare ad apprezzarci di più, perché abbiamo il diritto di piacerci così come siamo: non dobbiamo sentirci in colpa o a disagio con noi stessi perché non siamo la fotocopia del canone di bellezza imposto dalla società. Sarebbe molto più facile se alcune persone la smettessero di criticare l'aspetto degli altri, ma a questo punto non credo che quella gente cambierà mai e, se lo farà, continuerà a pensarla comunque allo stesso modo. Spesso viene naturale, giudicare l'aspetto di una persona e spesso lo si fa senza penarci, ma ciò che non sopporto è la gente che ride e sparla alle spalle del malcapitato di turno credendo di avere il diritto di giudicare il mondo intero.
      A presto :3

      Elimina
  6. ciao ho visto nei follower il tuo nick, ed eccomi qua.... bellissimo blog (◕‿-) io sono flavia da milano. ti seguirò volentieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, benvenuta nel mio blog!! ;D
      Anch'io ti sto seguendo molto volentieri! :D

      Elimina
  7. Che post riflessivo....e davvero davvero vero! L'ho notato soltanto ora ma non potevo non lasciare un piccolo segno del mio passaggio :D ci facciamo troppi problemi, per qualsiasi cosa non ci sentiamo adatte... se la società cambiasse probabilmente non sarebbe così :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy! :D
      Grazie,sono contenta che anche tu la pensi così.
      Anch'io credo che se la società non fosse così piena di pregiudizi e dipendente da questi canoni le cose sarebbero diverse :)

      Elimina